Città metropolitana

Torna il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze

Share
CONDIVIDI
lunedì 4 Maggio 2020

 

L’Assemblea torna a riunirsi dopo l’avvio della Fase 2 dell’emergenza sanitaria

Il Consiglio Metropolitano torna a riunirsi. L’ultima volta era successo due mesi fa, il 6 marzo, all’alba dell’emergenza sanitaria. Con l’avvio della Fase 2 anche l’assemblea può riprendere regolarmente il proprio lavoro ed è stata convocata per la mattina di giovedì 7 maggio a Palazzo Medici Riccardi. Quattordici i punti fissati all’ordine del giorno. Molti gli argomenti di ordine amministrativo, tra cui spicca la variazione al bilancio di previsione del biennio 2020/2022. Da approvare anche il regolamento generale delle entrate e della riscossione coattiva. Si dibatterà anche di cultura con la ratifica della partecipazione al bando regionale per la concessione di contributi per lo sviluppo degli itinerari etruschi. Un progetto che prevede l’approvazione della convenzione tra Città Metropolitana di Firenze, otto dei suoi Comuni e il Comune di Carmignano. Da approvare anche la convenzione con la soprintendenza per i lavori alla facciata di Palazzo Medici Riccardi. Mobilità e viabilità saranno al centro delle altre delibere. A cominciare dal protocollo d’intesa con la Regione per la realizzazione del tratto toscano della Ciclovia del Sole. Si prosegue con il dibattito riguardante alcuni interventi di manutenzione sulla rete stradale gestita dalla Città Metro, tra cui un investimento di oltre 230mila euro per la messa in sicurezza della SP556, interessata nei mesi scorsi da una frana. Infine il consiglio dovrà approvare l’accordo di programma con Regione e comuni di Montelupo Fiorentino e Capraia e Limite per il completamento delle casse di espansione sull’Arno di Fibbiana.
Nicola Giannattasio

Tags: