capraia e limite, comuni, empoli

Torna il servizio traghetto tra Limite e Tinaia sul fiume Arno dopo lo stop per la pandemia

Share
CONDIVIDI
lunedì 12 Luglio 2021

La “Nave” si sposterà dall’argine lato limitese all’altezza del lungarno Trento e Trieste fino a quello di Via della Tinaia nel comune di Empoli.


Ecco la “Nave”, un’antica tradizione che fa la spola collegando via fiume le località di Limite sull’Arno e Tinaia. Dopo lo stop causato dalla pandemia torna manovrata da volontari della Canottieri Limite e si muoverà lungo una fune fissata sulle due sponde del fiume. All’inaugurazione sabato 10 luglio erano presenti rappresentanti delle amministrazioni comunali di Capraia e Limite, con il sindaco Alessandro Giunti, ed Empoli, con il vicesindaco Fabio Barsottini, e il segretario della Canottieri Limite Luca Cecchi. Un lavoro di squadra che testimonia l’impegno verso le comunità e l’attenzione e la valorizzazione del fiume oltre a rappresentare anche una attrattiva per turisti e visitatori. Un messaggio positivo di appartenenza che rispecchia inoltre una tradizione cantieristica importante legata a Limite. La Nave torna a unire i territori, due sponde che tornano a essere normalmente vissute. Anche questo è un piccolo-grande segnale di ripartenza di tutto quello che la pandemia ha rallentato, ma non fermato. La Nave fra Tinaia e Limite è un simbolo di quanto queste comunità siano unite e di quanto il fiume Arno sia ancora un simbolo di vicinanza e rispetto per l’ambiente e le tradizioni della zona.

Ma il collegamento con la navigazione a Limite sull’Arno affonda le sue radici nella storia. Pensare a Limite sull’Arno, a 80 km dal mare, come un luogo di cantieri navali lascia forse un po’ perplessi. Eppure non si deve tornare indietro di moltissimi anni. Gli ultimi cantieri si sono trasferiti sulla costa in alcuni casi solo una ventina di anni fa. Si narra che la cantieristica da diporto sia nata proprio qui per via della presenza massiccia di legno nei boschi adiacenti la riva del fiume, per la allora navigabilità dell’Arno fino a Pisa e per la bravura dei maestri asciai presenti nella zona. Nel 1900 i cantieri limitesi rifornivano la Marina Militare, come attestano i documenti conservati nel Centro Espositivo della Cantieristica e del Canottaggio dove si possono ammirare modelli di battelli di lusso, da pesca e da turismo in miniatura delle imbarcazioni costruite in passato dai maestri d’ascia fin dal XVII secolo. I Cantieri di Limite si sono distinti per la costruzione dei MAS, motoscafi armati siluranti utilizzati durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Il servizio traghetto di Limite-Tinaia, su cui si potrà salire dal lungarno Trento e Trieste lato Limite sull’Arno e da via della Tinaia lato Empoli, sarà disponibile fino alla fine di settembre nei seguenti giorni della settimana: il giovedì mattina dalle 8.30 alle 12.30, così da consentire agli abitanti della riva destra dell’Arno di raggiungere a piedi o in bicicletta il mercato settimanale di Empoli in zona Serravalle-Stadio; il sabato pomeriggio dalle 17 alle 20 e la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 20. Si può salire sul traghetto in un numero massimo di quattro persone e la società ‘Canottieri Limite’ provvederà all’esecuzione del servizio sulla scia di una lunga tradizione, in collaborazione con l’associazione “Canto della Tinaia”.
Cesare Martignon

Tags: