Città metropolitana, comuni, firenze

Tramvia Firenze, dedicato a Margherita Hack il ponte lungo la T2 Vespucci a Novoli

Share
CONDIVIDI
lunedì 10 febbraio 2020

La cerimonia di intitolazione all’astrofisica e scienziata Margherita Hack del ponte che ha ridisegnato Novoli

Si è tenuta nel quartiere di San Donato la cerimonia di intitolazione del ponte della tramvia, in esercizio da poco più di un anno, alla astrofisica e scienziata Margherita Hack. La moderna struttura di fatto ha trasformato il volto di San Donato e in generale del quartiere di Novoli offrendo alla viabilità della zona un’importante collegamento pedociclabile tra viale Redi e via di Novoli oltre a permettere alla tramvia di servire la zona senza intralciare il traffico veicolare. La vicesindaca e assessora alla toponomastica Cristina Giachi, durante la cerimonia ha sottolineato che il ponte porta il nome di una grande astrofisica e accademica, ma anche di una donna fiorentina: un nome che evoca sapere e innovazione, nel campo dell’astronomia e della fisica, ma anche vocazione alla divulgazione scientifica e alla difesa dei diritti civili.

Il ponte inizia alla confluenza tra via Mariti e viale Redi, prosegue sopraelevato lungo viale Francesco Redi e via di Novoli, attraversa i torrenti Terzolle e Mugnone e termina in via di Novoli, all’altezza della fermata della tramvia San Donato – Università. Margherita Hack è stata astrofisica, accademica e divulgatrice scientifica italiana, direttrice per molti anni del dipartimento di astronomia dell’Università di Trieste, membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche, dell’Accademia nazionale dei Lincei e dei gruppi di lavoro dell’Esa e della Nasa, nonché impegnata in numerose attività sociali e politiche a difesa dei diritti civili. L’occasione è servita anche per fare il punto della situazione sul fronte della viabilità cicopedonale per voce dell’Assessore alla Mobilità del Comune di Firenze, Stefano Giorgetti.

Cesare Martignon

Tags: