Città metropolitana, comuni, firenze

Tramvia, sabato 30 al via i lavori di Publiacqua in viale Lavagnini

Share
CONDIVIDI
venerdì 22 Gennaio 2021

Il tratto interessato sarà quello tra viale Strozzi e via Leone X. Le opere propedeutiche da sabato 23 gennaio con la predisposizione del campo base in piazza della Libertà.

Un nuovo passo verso la nuova linea della tramvia. Inizieranno sabato 30 gennaio i lavori di Publiacqua per la realizzazione della nuova grande conduttura dell’acquedotto in viale Lavagnini, piazza della Libertà e viale Matteotti. Una opera propedeutica alla realizzazione della linea tranviaria Fortezza-Libertà-San Marco, presentata nel corso di una conferenza stampa dall’assessore comunale Stefano Giorgetti e dal presidente di Publiacqua Lorenzo Perra, che porterà alla dismissione della vecchia tubazione per ammodernare la rete idrica cittadina. L’investimento da parte di Publiacqua è di 6,5 milioni di euro e prevede l’installazione di una condotta di 120 centimetri di diametro. L’opera idraulica, come spiegato da Perra, fa parte della cosiddetta “Autostrada dell’Acqua” che arriva fino a Prato.

Già da sabato 23 gennaio si inizia con la predisposizione del campo base in piazza della Libertà nell’area di parcheggio lato Fondiaria. Da lunedì 25, in orario notturno, si procederà con le opere propedeutiche alla predisposizione del cantiere su viale Lavagnini con restringimenti di carreggiata: tra le modifiche quelle agli impianti semaforici e lo spostamento dei new jersey.

I cantieri veri e propri si articoleranno in due macrofasi. Dal 30 gennaio il lavoro interesserà viale Lavagnini da viale Strozzi a via Leone X per una cinquantina di giorni. Saranno realizzate due camerette, una più grande lato Strozzi e una di dimensioni minori sul lato di via Leone X. Il cantiere si svilupperà sulla semicareggiata di viale Lavagnini lato Student Hotel occupando due corsie e lasciando una corsia per i veicoli diretti verso la Fortezza. Il controviale rimarrà a disposizione per pedoni e pista ciclabile. Per la realizzazione della cameretta più ampia lato viale Strozzi sarà interessata anche l’area di intersezione tra i due viali con la chiusura temporanea dell’attraversamento pedonale-ciclabile e la chiusura del controviale di viale Strozzi lato edifici. Rimarrà utilizzabile l’attraversamento di viale Strozzi verso la Fortezza.

Tre le corsie di viale Lavagnini in direzione piazza della Libertà di cui quella centrale dedicata alla svolta su via Leone X che consente di riprendere via Lorenzo il Magnifico verso piazza della Libertà/Le Cure, oppure viale Milton per rientrare su viale Strozzi oppure di arrivare a Statuto dal ponte provvisorio. Due delle corsie di viale Lavagnini da piazza della Libertà a via Leone X saranno indirizzate verso quest’ultima strada e una potrà continuare verso viale Strozzi.

I veicoli provenienti da piazza della Libertà e diretti alla Fortezza avranno a disposizione anche viale Milton; per la direttrice verso piazza della Libertà resta invariata l’immissione in via Lorenzo Il Magnifico dal controviale lato sottopasso e quindi la possibilità di raggiungere piazza della Libertà e proseguire verso le Cure oppure verso piazzale Donatello attraverso via Pier Capponi. La seconda parte di lavorazione, invece, durerà quaranta giorni, sarà suddivisa in due sottofasi e interesserà viale Matteotti con avvio a seguire della macrofase 7. La prima sottofase riguarda il tratto a cavallo dell’incrocio con via Fra’ Bartolommeo dove sarà realizzata una cameretta; la seconda il tratto successivo con prosecuzione su piazza della Libertà (lato edifici).

Il cantiere andrà a occupare due corsie della semicareggiata di viale Matteotti verso piazza della Libertà. Quattro le corsie a disposizione della viabilità: due verso piazza della Libertà e altrettante verso piazzale Donatello. Il controviale sarà chiuso in corrispondenza del cantiere ad eccezione di titolari di passi carrabili e mezzi di soccorso. I lavori in corrispondenza dell’incrocio con via Fra’ Bartolommeo saranno organizzati in modo tale da prevedere chiusure parziali con transito sempre consentito. Le opere propedeutiche per l’avvio dei lavori saranno effettuate nella notte immediatamente precedente in modo da attivare la configurazione di cantiere senza soluzione di continuità.

Marco Gargini

Tags: