Città metropolitana

Trasporto più rapido nella Città Metropolitana di Firenze

Share
CONDIVIDI
venerdì 5 Marzo 2021

Arrivano due nuove linee di Bus Rapid Transit

Una Città Metropolitana che guarda ad un modo diverso di muoversi all’interno del proprio territorio, allargando gli orizzonti verso i comuni più distanti dal capoluogo e andando anche otre i propri confini.  Attraverso l’applicazione del Pums, il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile, saranno infatti create due nuove linee di Bus Rapid Transit, il cosidetto BRT. Si tratta, come dice il nome stesso, di autobus a transito rapido, che potranno usufruire di una corsia preferenziale specifica. Le due direttrici individuate sono quelle “Greve-Firenze-Rovezzano” e “Osmannoro-Poggibonsi”, scavallando così anche nella limitrofa Provincia di Siena. In questo senso la Città Metropolitana ha organizzato degli incontri con le amministrazioni comunali coinvolte nel progetto. Si tratta di  Firenze, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano val di Pesa, Barberino Tavarnelle, Scandicci, Sesto Fiorentino. L’obiettivo delle due nuove linee è quello di ottenere prestazioni migliori rispetto a quelle del trasporto pubblico tradizionale, dal punto di vista della capacità, della qualità e della velocità.
“Il Pums, – spiega Dario Nardella, Sindaco della Città Metropolitana di Firenze – ha permesso di evidenziare come su queste due direttrici sussistano particolari criticità dal punto di vista del sovraffollamento a bordo degli autobus e una scarsa competitività del trasporto pubblico in rapporto alla domanda potenziale su auto privata”
Per quanto riguarda la linea Greve – Rovezzano, presso la stazione ferroviaria di Rovezzano è prevista la realizzazione del capolinea della linea tranviaria 3.2.2 ‘Libertà – Rovezzano’.  Due punti chiave del percorso saranno la fermata Ponte a Ema, nodo di interscambio con l’autostrada A1, e quella di Ponte a Niccheri che permetterà di raggiungere l’ospedale Santa Maria Annunziata.
La liena Osmannoro-Poggibonsi garantirà l’interscambio con la linea tranviaria T1 ‘Villa Costanza – Careggi Ospedale’ presso l’Hub di Villa Costanza favorendo l’ingresso in città dal versante Sud – Ovest. Il tracciato del Brt continuerà fino al futuro parcheggio autostradale dell’Osmannoro.

Nicola Giannattasio

Tags: