firenze

La Torre di Arnolfo trasformata in un set per la musica elettronica

Share
CONDIVIDI
domenica 28 Marzo 2021

La musicista e compositrice Giorgia Angiuli si è esibita dalla torre più alta di Firenze
È stato un evento altamente spettacolare, seguito live da ogni parte del mondo dagli appassionati di musica elettronica. Si tratta dell’esibizione a Palazzo Vecchio della musicista, compositrice e polistrumentista Giorgia Angiuli, che giovedì 25 marzo ha suonato dalla Torre di Arnolfo che, con i suoi 95 metri, è la più alta del centro storico della città.
Una produzione curata da Decibel Open Air, il festival in programma sabato 11 e domenica 12 settembre alla Visarno Arena di Firenze con la partecipazione di artisti di livello internazionale come Paul Kalkbrenner, Nina Kraviz, Peggy Gou e Marco Carola.
Un’iniziativa realizzata in collaborazione con il Comune e con il contributo della Città Metropolitana di Firenze per un messaggio dalla forte valenza culturale e di promozione del territorio in un momento così difficile per il mondo della musica.
Musicista, compositrice e polistrumentista di formazione classica, Giorgia Angiuli ha sviluppato un forte interesse per la musica elettronica e ha iniziato a sperimentare tecniche innovative dal vivo, che in breve tempo hanno portato l’artista pugliese a suonare in tutto il mondo. Il suo progetto solista si muove stilisticamente tra pop, techno e house. Lo scorso anno ha lanciato la sua label “United” con l’omonimo brano i cui proventi sono stati destinati alla Croce Rossa, mentre nel mese di aprile usciranno due suoi nuovi brani.
Nicola Giannattasio

Tags: