firenze, Scandicci

Ponte a Greve, un nuovo progetto rivoluzionerà la viabilità

Share
CONDIVIDI
lunedì 19 Aprile 2021

L’intervento, finanziato dalla Regione, riguarderà il collegamento con il viadotto dell’Indiano

Regione Toscana, Comune di Firenze e Comune di Scandicci hanno firmato un accordo per l’adeguamento del nodo viario di Ponte a Greve, che riguarda in particolar modo il viadotto dell’Indiano, via Baccio da Montelupo e via Pisana. Si tratta di uno dei punti critici al confine tra Firenze e Scandicci ed è per questo che la Regione ha deciso di intervenire con un progetto che rivoluzionerà la viabilità della zona.
Migliorare la sicurezza e la scorrevolezza del nodo di Ponte a Greve è essenziale – ha spiegato l’assessore Baccelli – dato che si tratta di un punto nevralgico per la fluidità del traffico da e verso la città di Firenze. Quello del Viadotto all’Indiano e dell’area di Ponte a Greve è un problema da troppo tempo rimandato che oggi andiamo ad affrontare con interventi mirati che crediamo potranno contribuire in maniera significativa a migliorare la qualità della vita delle migliaia di persone che ogni giorno utilizzano queste infrastrutture”, ha concluso l’assessore regionale.
L’intervento sarà strutturato in due lotti. Nel primo ci saranno un raddoppio delle corsie di marcia e la realizzazione di una rotatoria all’intersezione tra il viadotto e via Baccio da Montelupo. Nel secondo saranno realizzate una rotatoria tra via Baccio da Montelupo e via di Ugnano, una rotatoria allungata all’innesto delle vie Pestalozzi e Frazzi su via Pisana, con l’apertura di un collegamento viario bidirezionale tra via Pisana e via Baccio da Montelupo in prosecuzione di via Frazzi, ed infine l’inserimento in corrispondenza con l’innesto su via Baccio da Montelupo di un’altra rotatoria. Il costo complessivo sarà di 4.780.000 euro. 3,9 saranno finanziati dalla Regione Toscana, mentre il Comune di Firenze contribuirà per i restanti 880.000 euro e realizzerà l’intervento.
“Ringrazio la Regione per questo finanziamento che si aggiunge a quello già previsto nel nostro bilancio e che consentirà di realizzare un intervento importante e molto atteso dai cittadini – ha commentato l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti – L’adeguamento del nodo di Ponte a Greve è un progetto che viene da lontano e che è stato illustrato e discusso con i cittadini. Per quanto riguarda i tempi, è in corso la progettazione esecutiva e si prevede la gara per assegnare i lavori del primo lotto in estate”, ha concluso Giorgetti.
Nicola Giannattasio

Tags: